Open your Eyes

Open your eyes.

Apri gli occhi.

Laddove esoterismo e alternative metal si incontrano.

Laddove spiritualità e rock si toccano.

Termini che sembrano tra loro in contrapposizione, agli antipodi. Che a volte però possono arrivare molto vicini se si pensa, per esempio, alla potenza della dea Kali, la sua forza propulsiva e distruttrice in grado di sparare fuori tutto il marcio, tutto il dolore, tutte le tossine.

È da un’esplosione che è nato l’universo.

È così che mi sento ogni volta che riascolto questo brano della band tedesca Guano Apes. Rinasco nuova e con una dose di energia che prima non avevo.

Ritengo che a volte abbiamo bisogno di questo. Ritengo che a volte non solo Mozart o Beethoven siano terapeutici. A volte può esserlo anche il metal.

Dipende sempre da che frequenza di energia parti. Dipende da ciò che vuoi raggiungere in quel momento, se sei in una fase statica o di subbuglio, se devi rilassare o esplodere, se devi nascere o morire.

Rischiando di andare contro tutte le teorie spirituali che vedono nel rock una forza squilibrante, sento che tutto fa parte dello spettro delle dimensioni provabili, e quindi anche dello spirito.

Chissà in quale galassia o su quale cometa si situano nell’universo le frequenze dei Guano Apes, la voce di Sandra Nasić, la frontwoman tedesca di origini croate, capace di spaccare certezze e di spostare le montagne.

Una delle poche donne presenti sulla scena del metal, purtroppo, e devo dire con ottimi risultati.

Ma perché ho parlato subito di spiritualità?

Ascoltiamo alcuni passaggi del testo e capirete. Adesso più che mai ne abbiamo un profondo bisogno e, sulla spinta di questo boato, certamente qualunque parola diviene più efficace e potente.

Apri gli occhi”

Apri gli occhi, apri la tua mente

orgoglioso come un dio, non fingere di essere cieco.

Intrappolato in te stesso, esplodi piuttosto.

Sconfiggi la macchina che lavora nella tua testa.”

Non dividere la tua mentalità

senza pensarci due volte.”

Hai mai avuto un sogno?

o la vita è solo un viaggio?

Un viaggio senza possibilità,

un’occasione per crescere in fretta?”

Nascondi il tuo viso per sempre

sogna e cerca per sempre.

Notte e notte, non senti niente.

Non c’è una via al di fuori della mia terra.”

Apri gli occhi,

apri la tua mente.”

Sonia Serravalli – La vostra scrittrice trasformista.

Hits: 26