Mumford & Sons – Woman

Ben Lovett, secondo vocalist della band londinese Mumford & Sons (genere: indie/folk), dice:

“Abbiamo questa filosofia, che è quella di, prima di impegnarsi in una traccia, spogliarla completamente alla sua verità assoluta e nuda, che sarebbe solo strimpellare gli accordi su una chitarra acustica e cantarla.”

A questo proposito, racconta che “Woman” già è uscita nuda e che si tratta di un brano davvero diverso da tutti gli altri che hanno scritto. Nel suo caso, l’esperimento di rendere nudo, essenziale il brano è stato “più avvincente che mai”. Il brano era già una perla nuda e priva di fronzoli.

Ecco, quando questo avviene, secondo me c’è stato un “eccesso di anima”.

Un’ispirazione piena, cosa rara anche per un artista.

Una canalizzazione, un flusso di coscienza espresso in piena presenza, mettetela giù come volete. Un piccolo miracolo. Un’interferenza di Dio.

Questo è “Woman” per me.

Una bellissima canzone d’amore. Una manifestazione luminosa della parte sacra del Maschile verso la parte sacra del Femminile.

Fantastica e imperdibile anche la loro “Guiding light”, assolutamente da vedere la reazione del pubblico e dei fans sulle strade di Londra:

(Commenti della band al video: “We filmed our music video for Guiding Light in London with friends, family and some of our incredible fans. It was an absolute joy singing together, celebrating the start of this new journey and everything that is to come!”).

Ben racconta che una parte di lui avrebbe voluto mantenere quel tipo di versione acustica solista come versione ufficiale.

Ed è per questo per prima cosa, qui sotto il testo tradotto, vi propongo un video live della versione acustica. Perché qui messaggio e voce arrivano ancora più dritti al cuore rispetto alla (comunque bellissima) versione arrangiata, sparata spesso in radio.

Buona poesia e buon ascolto dunque!

Woman (Donna) – Testo tradotto


Donna

Catturata dietro quegli occhi brucianti

Aggrovigliati nel bianco del mattino

Lo sai davvero?

Puoi mai sapere davvero?


Donna

Guardala mentre mi prende di sorpresa

Quando permette che io dica che è mia

Lo sai davvero? Puoi mai saperlo davvero?


E non conosco la solitudine che hai conosciuto

Non sento le parole gelide che riecheggiano dentro

Quando te ne sei andata di nuovo


Non riesco a leggere la tua mente anche se ci provo sempre

C’è qualcosa che non so, posso vederlo nei tuoi occhi

Mentre la notte scende, tutto rallenterà di nuovo

Sono rimasto intimorito dalla donna che adoro.


Donna

Non ho mai avuto una tale visione

A bruciare nella mia mente

Lo sai davvero?

Puoi mai sapere davvero?


Tu dici che il sole non splende per te

Spero che tu abbia imparato in tempo che non è vero

Quando te ne sei andata di nuovo


Ancora, di nuovo


Non riesco a leggere la tua mente anche se ci provo sempre

C’è qualcosa che non so, posso vederlo nei tuoi occhi

Mentre la notte scende, tutto rallenterà di nuovo

Sono rimasto intimorito dalla donna che adoro.

Sonia Serravalli – La vostra scrittrice trasformista.


Video versione live acustica qui:

Qui video con la versione ufficiale, in collaborazione con il National Geographic, molto bello:

Hits: 81