Florence and The Machine – Big God (grande Dio)

Una delle voci femminili più belle degli ultimi tempi. Quella di Florence Welch (cantautrice, scrittrice e produttrice discografica britannica), la voce della band Florence and The Machine (o Florence + The Machine).

Una grande presenza sulla scena internazionale dell’alternative rock, ma descritti anche a pieno titolo come rappresentanti dell’“art rock”, dell’indie, o, se potessi aggiungerlo, direi pure del “poetry rock” – un genere che mi viene spontaneamente da coniare quando li ascolto.

Una voce pulita e trasparente, dolce ma dotata della potenza di un fiume. E con la sua pienezza, Florence Welch riesce a trasmetterci brani che sono pura poesia, dalla melodia e gli arrangiamenti (sempre eleganti e complessi), al testo, ai video costruiti su una trama di pura bellezza.

Come quello di Big God, grande Dio, di cui condivido con voi qualche brano e il balletto del video, un’opera d’arte di movimento e colori. Con la speranza che anche in Italia questa formazione arrivi a conquistarsi le prime posizioni delle classifiche, perché la “commercialità” impoverisce i nostri recettori, mentre la qualità è un ottimo nutrimento per mente e cuore e va sempre promossa, senza se e senza ma.

Quando guardo Florence Welch, vedo una grande sacerdotessa che trasmette pillole di bellezza e poesia.

Vi invito a scoprire anche gli altri brani della formazione britannica Florence and The Machine (attiva dal 2007), come Hunger; Breath of Life (colonna sonora del film “Biancaneve e il cacciatore”) e Wish You Were Here (colonna sonora di “Miss Peregrine – La casa dei ragazzi speciali”), pezzi meravigliosi.

C’è bisogno di un grande Dio,

grande abbastanza per reggere il tuo amore.

C’è bisogno di un grande Dio,

grande abbastanza da colmarti.”

Sai che ancora mi piaci più di tutti
Il meglio del meglio e il peggio del peggio.”

Sei sempre il mio fantasma preferito.”

Fai piovere le tue affezioni, falle piovere su di me
E spingi giù le montagne, trascina le città verso il mare
Fai piovere le tue affezioni, falle piovere su di me
Non lasciarmi su questa bianca scogliera
Lasciala scivolare giù verso, scivolare giù verso il mare
Scivolare giù verso, scivolare giù verso il mare.”

– Sonia Serravalli – La vostra scrittrice trasformista.

Video Ufficiale (da non perdere!):

Hits: 60