Skunk Anansie – Squander

Ciao a tutti amanti della musica!

In questo periodo inedito per tutti e surreale, vi invito a fare un abbondante uso di musica,

di buona musica.

La musica è un potente vademecum per stati alterati di coscienza,

che inducono solitamente nelle seguenti regioni:

felicità, gioia, voglia di vivere, piacere, ricordo, amore e… anche

voglia di cantare e di ballare!

Vi sono vicina!

E oggi voglio condividere con voi un pezzo forte degli SKUNK ANANSIE (che adoro), ossia Squander.

Per ricordare tutte le volte in cui abbiamo “squandered” (sperperato) un momento intenso dato per scontato;

un’esperienza che avremmo potuto vivere ma ci siamo ritratti;

un gesto d’amore che avremmo potuto dare ma abbiamo avuto paura;

uno scambio umano che abbiamo gettato via senza dargli la considerazione che meritava…

E, usciti da questa guerra invisibile, ricordatevi di fare quello che volete fare, senza rimandarlo.

Ricordatevi di dare quel bacio, dire quella cosa, ballare quella canzone, cantare dove vi viene voglia di cantare, sperimentare quello che sempre rimandate, dare valore ad ogni piccolo gesto…

Oggi ho solo questo da dirvi, lascio il resto dello spazio alla musica. Si consiglia il volume alto.

dark

Perché prendi tutto ciò che vedi?

Non ti è rimasto più nulla da sperperare

Se continui a respingermi

non ti rimane nessun altro da amare

Stai gettando via tutto

Quei legami che hai attraversato e per cui hai sofferto

Tu causi disastri

e tuono, tuono, tuono…

Perché prendi tutto ciò che vedi?

Non ti è più rimasto nulla da sperperare

Se continui a respingermi

non ti rimane nessun altro da amare

Sei meno di ciò che dovresti essere

Perché correre così veloce per finire?

Sei causa di soddisfazione

e mi chiedo, mi chiedo, mi chiedo…

Perché prendi tutto ciò che vedi?

Non ti è più rimasto nulla da sperperare

Se continui a respingermi

non ti rimane nessun altro da amare

perché tu sperperi, sperperi, sperperi, sperperi

Perché prendi tutto ciò che vedi?

Non ti è più rimasto nulla da sperperare

se continui a respingermi

non ti rimane nessun altro, nessun altro da amare.

Sonia SerravalliLa vostra scrittrice trasformista

Hits: 44