BUSH – Glycerine

I Bush sono una delle band che ha portato in alto il vessillo del genere grunge e post-grunge, oltre ad occuparsi di rock alternativo e hard rock.

Band inglese attiva dal 1992 (con una pausa dal 2002 al 2010), capitanata dal vocalist Gavin Rossdale, anche chitarrista, attore e cantautore – oltre che marito di Gwen Stefani fino al 2015 (la frontwoman dei No Doubt). E, aggiungiamo, segnalato sulle riviste del settore tra gli uomini più sexy del pianeta.

Curioso come la band ebbe molto più successo negli Stati Uniti che nel loro paese d’origine.

Gavin dedicò la canzone Glycerine alla sua ragazza di allora (1995), la modella inglese Jasmine Lewis. La compose nel suo appartamento di Londra, raccontando di essere stato trascinato da una tale ispirazione durante la stesura da parergli quasi mistica.

Il video fu girato mentre la band era in tour negli Stati Uniti, realizzato velocemente perché i visti dei componenti della band erano scaduti!

Il testo è semplice (in parte poetico, in parte criptato per la persona che doveva riceverlo) e il sound è decisamente pura energia contenuta pronta ad esplodere – che la glicerina non fosse solo la dolce glicerina ma facesse riferimento alla “nitroglicerina”?

Riguardo alla voce di Gavin Rossdale, il sito American Song Writer racconta:

Per almeno un po’, Gavin Rossdale ritiene che la sua voce fosse in realtà un ostacolo al suo successo, più che la sua ragione.

Il front man dalla voce grave del gruppo britannico Bush racconta che quando lui e la band erano in ascesa tra la fine degli anni ’80 e l’inizio degli anni ’90, c’era un’ondata di musica soft che non accolse rapidamente un cantante ruvido e crudo come Rossdale.

All’epoca, il Britpop era di gran moda, con band come Blur, Oasis e Suede in cima alle classifiche. Ma Rossdale era più interessato a – e rifletteva – gruppi come i Soundgarden, Soul Asylum e Jane’s Addiction.

Band robuste e devastate di aggressività incorporata nei loro accordi distorti. Ma, alla fine, una versione più dura di rock prese d’assalto il mondo. All’improvviso, i Bush furono al centro di tutto.”

Vi lascio alla voce graffiante e calda di Gavin, augurandovi un weekend grunge sì, ma possibilmente grunge con il sole!

Buona lettura e buon ascolto.

BUSH – Glycerine (Glicerina)

Deve essere la tua pelle, sto affondando
Deve essere reale perché adesso posso sentirlo
E non mi importava
non è il mio genere
non il mio momento per chiedermi perché
Tutto è diventato bianco
ed è tutto grigio
adesso tu se qui, adesso tu sei via
Non voglio questo
ricordalo non dimenticherò mai a che punto sei
non lasciare che i giorni se ne vadano

glicerina

Non sono mai solo
sono solo tutto il tempo
Sei concorde
oppure menti?
Viviamo in una ruota
dove tutti rubano
ma quando noi sorgiamo è come un campo di fragole

Ti ho trattata male
mi hai pestato la faccia
non potrei amarti di più
hai un ottimo sapore
non lasciare che i giorni se ne vadano
Avrebbe potuto essere più facile con te
non potevo cambiare nonostante avessi voluto

avrebbe potuto essere più semplice per noi tre,
la nostra vecchia amica paura, tu e me
glicerina
Non lasciare che i giorni se ne vadano
glicerina

Ti volevo di più
quando ci cercavamo di meno
non potrei baciarti ma solo indietreggiare
Potrebbe essere tutto chiaro, semplice e puro
Va bene,
è solo uno tra i miei nomi,
non lasciare che i giorni se ne vadano
Avrebbe potuto essere più semplice con te

glicerina

Sonia Serravalli – La vostra scrittrice trasformista.

Video qui (e rock sia!):

Hits: 38