Audioslave – Cochise

“Cochise” è stato pubblicato nel 2002 come primo singolo degli Audioslave. Band che riprende il rock dal sound anni Settanta, mescolato all’hard rock e al rock alternativo.

Gli Audioslave si formarono nel 2001 per volere del leggendario Chris Cornell, già frontman dei Soundgarden (puoi leggere l’articolo a lui dedicato qui), con Tim Commerford al basso, Brad Wilk alla batteria e Tom Morello alla chitarra, tutti membri dei Rage Against the Machine.

Basata sul pezzo “Whole lotta love” dei Led Zeppelin, la canzone scelta oggi prende il nome da un capo indiano Chiricahua (Apache) che dichiarò guerra al sud-ovest e scacciò migliaia di coloni.

Cochise è stato descritto come l’ultimo grande capo indiano americano a morire libero. Quando diversi membri della sua famiglia furono catturati, torturati e impiccati dalla cavalleria degli Stati Uniti, Cochise dichiarò guerra all’intero sud-ovest e si scatenò con una furia vulcanica, un sentiero di guerra per porre fine a tutti i sentieri di guerra.

Un’entrata in scena coi fuochi d’artificio, direi, vista l’energia del pezzo in questione (testo e video qui sotto). Il primo disco in studio degli Audioslave, omonimo, divenne disco di platino grazie a pezzi come Cochise e Like A Stone. Della serie, Chris Cornell non sbagliava un colpo.

Altri album saranno Out Of Exile e Revelations, quest’ultimo del 2006, prima dello scioglimento della band nel 2007, raccontata da Chris Cornell con le seguenti parole:

«A causa di conflitti personali irrisolvibili e divergenze musicali, ho lasciato in modo permanente gli Audioslave, […] Era chiaro a tutti noi che avevamo bisogno di una pausa. […] Il mio distacco dal gruppo ha prodotto un periodo dove ho scritto in maniera assolutamente prolifica, rendendomi conto di quanto scrivere da solo mi soddisfi. […]

Gli Audioslave sono stati una vera collaborazione fresca perché assomigliava molto a un gruppo giovane, dove si compone musica tutti insieme in una stanza. Ma la mia esperienza, in termini di songwriting e creazione musicale, non equivale a quella di un ragazzino di 19 anni in un gruppo rock. Per la mia soddisfazione in ambito musicale sento il bisogno di intraprendere un cammino da solo.»

E, come tutto ciò che uscì dalle mani e dalla voce di Chris, anche la sua carriera da solista produsse dei veri diamanti, sia per quanto riguarda i brani suoi che per quanto riguarda le cover, tra le migliori della storia della musica contemporanea.

E ora rifacciamoci le orecchie con Cochise!

COCHISE (Traduzione)

Beh, ti ho guardato mentre tossivi.

Ho bevuto la vita mentre tu avevi la nausea.

E così bevo alla salute, mentre tu ti ammazzi

e ho solo una cosa che posso offrire.

Vai a salvarti, sfogati con me.

Vai e salva te stesso, sfogati con me, sì.

Ebbene, non sono un martire, non sono un profeta

e non ti farò la predica, ma ecco un avvertimento:

Farai meglio a capire che non ti terrò la mano.

Ma se ti aiuta a guarire, allora non ti fermerò.


Vai a salvarti, sfogati con me.

Vai a salvarti, sfogati con me.

Vai a salvarti, sfogati con me.

Vai e salva te stesso, sfogati con me, sì.

Vai, se vuoi, e ci vediamo in fondo dove strisci.

Sulla mia pelle e dai la colpa a me e così non senti niente.

Vai e salva te stesso, sfogati con me.

Sonia Serravalli – La vostra scrittrice trasformista.

Video qui:

Hits: 15